economia verde

Cosa significa Green Economy o Economia Verde?

Green Economy: definizione

Per “Green Economy”, o “Economia Verde”, si intende il modello economico volto al raggiungimento del benessere e dell’equità sociale, andando contemporaneamente a ridurre i rischi ambientali e la scarsità ecologica (UNEP, 2011).

I punti cardine della Green Economy riguardano :

  • la riduzione delle emissioni di gas serra, e più in generale le emissioni inquinanti;
  • l’aumento dell’efficienza con la quale vengono impiegate le risorse (ivi comprese quelle energetiche);
  • la prevenzione della perdita di biodiversità e dei servizi ecosistemici.

Green Economy e Sviluppo Sostenibile

La transizione dal modello economico tradizionale denominato “Brown Economy” alla “Green Economy” richiede l’attuazione di importanti riforme economiche, legislative, tecnologiche e di educazione (Ministero Ambiente, 2013), prendendo in considerazione anche l’aspetto sociale, oltre a quello ambientale ed economico.

L’UNEP nel 2011 ha individuato 10 settori chiave dai quali far partire la conversione del modello economico: agricoltura, edilizia, energia, pesca, foreste, industria, turismo, trasporti, gestione delle acque e rifiuti (UNEP, 2011).

Le critiche alla Green Economy

Le critiche che vengono mosse al modello della Green Economy sono principalmente due:

  1. “Per raggiungere la sostenibilità ambientale bisogna rinunciare alla crescita economica”.

    In realtà questo falso mito è già stato smontato dai dati economici. Secondo il Focus Censis-Confcooperative, infatti, il settore green ad oggi vale il 2,4% del PIL nazionale, e sono previsti mezzo milione di posti di lavoro da qui al 2023 (Censis-Confcooperative, Marzo 2019).

  2. “Il modello proposto è attuabile solo nei paesi più ricchi e già sviluppati, e l’imposizione a livello globale impedirebbe un completo sviluppo ai paesi più poveri”.

    Questa critica è sicuramente più complessa da approcciare. Sebbene siano presenti numerosi esempi di applicazione di questo modello economico in paesi in via di sviluppo (UNEP – Green Economy Developing Countries Success Stories, 2010), le tematiche ambientali che affliggono questi paesi sono profondamente diverse rispetto alle realtà più sviluppate. Infatti, affinché la “crescita verde” diventi percorribile per le economie a basso/medio reddito, questa dovrà essere compatibile con la riduzione della povertà, che rimane la priorità assoluta dei paesi sottosviluppati (Dercon, 2012).

Considerando quindi che ad oggi, e ancor di più nelle proiezioni future, la maggior parte della popolazione vive nei paesi meno sviluppati, diventa fondamentale sviluppare un modello di Green Economy applicabile nelle diverse realtà.

classificazione misure per crescita verde green economy
Classificazione schematica delle misure a sostegno della “crescita verde”. La classificazione riflette la difficoltà politica di implementazione e i possibili benefici ottenibili. (Presa da: Barbier E. – The Green Economy Post Rio+20, 2012 Link: https://science.sciencemag.org/content/338/6109/887)